Gli effetti del fumo passivo

Stare vicino al tabacco fa male, non soltanto a chi sta fumando.

Quando qualcuno fuma una sigaretta, la maggior parte del fumo non finisce nei suoi polmoni. Finisce nell’aria, dove chiunque sia nei dintorni può respirarlo.

Oggi fumare è vietato nei locali pubblici. Ma moltissime persone sono comunque esposte al fumo passivo, primi fra tutti i figli di genitori fumatori.

Ma che cos’è il fumo passivo? Si tratta del fumo prodotto da sigarette, sigari o pipe. Il fumo di tabacco ha più di 4.000 componenti chimici, e di questi almeno 250 provocano malattie.

L’esposizione al fumo passivo aumenta del 30% il rischio di tumore ai polmoni, ma anche di molti altri tipi di tumore. Può inoltre portare a enfisemi e problemi cardiaci.

Il fumo passivo peggiora la qualità del sangue, fa aumentare il colesterolo cattivo e danneggia il rivestimento dei vasi sanguigni. Con il tempo, tutti questi cambiamenti negativi possono aumentare la probabilità di infarto o ictus.

I bambini sono soggetti particolarmente a rischio per quanto riguarda gli effetti del fumo passivo. Infatti i loro corpi stanno ancora crescendo, e respirano a ritmi più veloci rispetto agli adulti.

L’esposizione al fumo passivo è stata connessa a diverse patologie nei bambini:

  • Aumento dei casi di infezioni respiratorie (come bronchite e polmonite)
  • Attacchi d’asma più gravi e più frequenti
  • Infezioni dell’orecchio
  • Tosse cronica

Fumare in gravidanza poi è particolarmente dannoso per il bambino che si sta sviluppando. Il fumo è legato a parto prematuro, peso ridotto alla nascita, sindrome della morte improvvisa del lattante, ridotta abilità mentale, difficoltà di apprendimento.

Fumare, quindi, non è una scelta che influenza soltanto te stesso: colpisce anche chi ti sta attorno. E allo stesso modo, smettere può essere un dono che fai non solo a te stesso, ma anche a tutti i tuoi cari.

Altri Articoli Interessanti

I danni del fumo agli occhi

La vista non è la prima cosa a cui pensiamo a proposito di danni arrecati dal fumo. Eppure, le sigarette nuocciono praticamente

Storie di ex fumatori: Claudio

Ho iniziato a fumare presto, attorno ai 15 anni. Inizialmente non pensavo che avrei mai potuto diventarne dipendente, fumavo solo una sigaretta

Chiudi il menu