Fumo e malattie cardiache

Il fumo è il maggior fattore singolo di rischio di infarto, sia per gli uomini che per le donne. Anche una sola sigaretta al giorno aumenta il rischio di infarto del 50%.

I fumatori nel mondo sono oltre un miliardo, e oltre l’80% di questi vive in Paesi a basso o medio reddito. Ogni anno il fumo uccide cinque milioni di persone, a cui si aggiungono altri 600.000 morti per il fumo passivo. I costi che la sanità sostiene per cause legate al fumo sono importanti e in aumento.

Anche se negli ultimi 30 anni le malattie cardiache hanno visto un forte calo, queste rimangono la principale causa di morte nel mondo. Ma la maggior parte delle malattie cardiache è evitabile, semplicemente adottando uno stile di vita sano. Naturalmente questo include la scelta di non fumare.

Ogni sigaretta è una di troppo. Solitamente, il forte desiderio di accenderne una dura dai 3 ai 5 minuti. Superato questo lasso di tempo critico, è molto probabile che quella sigaretta non si fumerà più. Per riuscirci, si può ricorrere a qualche stratagemma:

  • Tenersi occupati: non tirare fuori subito il pacchetto quando se ne avverte il desiderio, ma cercare di far passare almeno 3 minuti dedicandosi a qualcos’altro (finire il lavoro che si sta facendo, fare una telefonata). Dopo tre minuti, si potrebbe non aver più così tanta voglia di fumare
  • Bere: dell’acqua o succo di frutta
  • Distrarsi: uscire dalla situazione in cui ci si trova, cambiare contesto, fare altro. Potrebbe passare anche l’associazione mentale che ha fatto pensare al fumo
  • Fare respiri profondi: respirare lentamente, inspirare dal naso, espirare dalla bocca per rilassarsi

La cosa migliore che un fumatore può fare per evitare un infarto è smettere del tutto di fumare. Oltre ad abbandonare il vizio, poi, si può ridurre il rischio complessivo di malattie cardiovascolari conducendo una vita fisicamente attiva, seguendo una dieta equilibrata, prestando attenzione al proprio peso, al colesterolo e alla pressione.

 

Altri Articoli Interessanti

I danni del fumo agli occhi

La vista non è la prima cosa a cui pensiamo a proposito di danni arrecati dal fumo. Eppure, le sigarette nuocciono praticamente

Storie di ex fumatori: Claudio

Ho iniziato a fumare presto, attorno ai 15 anni. Inizialmente non pensavo che avrei mai potuto diventarne dipendente, fumavo solo una sigaretta

Chiudi il menu